GALLERIA FOTOGRAFICA - 3

l'incontro del ritorno...

Dopo due ore di Cammino alla salita verso il vecchio "bersaglio" hanno retto in pochi...
Qui nonostante vi fosse stata l'ordinanza di chiusura del traffico, con tanto di avvisi in ogni portone del tratto interessato, chi è rimasto a gestire la viabilità ha preferito far passare in mezzo alle persone macchine e moto, invitando in questo modo ad allontanarsi e dimostrando una grave mancanza di rispetto verso un'iniziativa che, con l'incontro, voleva ricordare anche le vittime della mafia: come Massimiliano Carbone, giovane della locride ucciso "perchè ha osato amare" e che nessun giornale o nessuna televisione nazionale ha mai menzionato, come non ha mai menzionato le decine e decine di vittime della 'Ndrangheta e di Cosa Nostra (vittime anche dell'indifferenza e dal silenzio: prima, dopo e oltre gli spari o gli "incidenti").
Un atteggiamento grave di chi è subentrato nella direzione del Servizio, quasi a dire che le voci fatte circolare nei giorni precedenti dalla manovalanza mafiosa erano vere e che via Piombelli non sarebbe mai stata chiusa al traffico. Grave anche perchè è stato attuato quando dovevano parlare persone già colpite dalla mafia, come Rosanna Scopelliti, che ha perso il padre nel 1991, trucidato dalla mafia perchè ebbe il coraggio del dovere e non rinunciò a presiedere il Maxi Processo istruito dal Pool di Antonino Caponnetto, con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.
Non ci siamo fermati, abbiamo denunciato ad alta voce questo atteggiamento, e grazie al posizionamento delle persone intervenute, a barriera, per bloccare il traffico, abbiamo proseguito l'incontro: una quarantina di minuti di interventi, nonostante i clacson delle macchine che il "responsabile" dei vigili in servizio aveva fatto arrivare sino alle spalle dei manifestanti.

Sono intervenuti Don Andrea Gallo, Lionilde Casale e Patrizia Presta - neo responsabili delle Case della Legalità di Firenze e Locri. Abbiamo letto i saluti consegnatici a Torino, il giorno prima, da Giancarlo Caselli, Don Luigi Ciotti, Beppe Lumia, Nando Dalla Chiesa, Marco Travaglio e Sabina Guzzanti, così come i messaggi inviati appositamente, per l'abbraccio ed il cammino uniti con i ragazzi di Locri, da parte di Dori Ghezzi, Presidente della Fondazione Fabrizio De Andrè, di Elio Veltri e di Elisabetta Baldi Caponnetto.

E' intervenuta Rosanna Scopelliti, che ha ricordato il bisogno di non lasciare mai soli coloro che sono vittime della mafia, e di non lasciarsi mai soffocare dal silenzio "che fa vincere un'altra volta la mafia". Ci ha invitati - e tutti abbiamo risposto di esserci - a portare avanti ogni giorno l'impegno concreto di educare alla legalità e di restare, come in questo cammino, uniti.

E' intervenuto Adriano Sansa, attuale presidente del Tribunale dei Minori, che ha stretto forte, commosso, Rosanna, perchè la solitudine, il silenzio e l'indifferenza ti uccidono un'altra volta. Ha sottolineato che la mafia è un problema nazionale, che intacca e nega diritti, condiziona la vita delle persone, ma anche l'economia, come la vita quotidiana. Questa manifestazione, ha ricordato, rompe il silenzio sulla presenza delle mafie a Genova. Questo è importante perchè permette di combatterle e scalfire il muro che le protegge. Ha sottolineato con fermezza la gravità della scomparsa del problema della mafia dal dibattito politico. Nessuno ne parla, nessuno dice chiaramente che la lotta alla mafia è la prima questione da affrontare in questo nostro Paese, e questo deve spingerci a pretenderlo invece.

Ringraziamo Don Marino Bruno che poco dopo la chiusura del dibattito è riuscito a raggiungerci, portando un saluto al Cammino, e soprattutto un forte abbraccio ai ragazzi di Locri, dandoci una grande ed importante notizia: la Casa della Legalità è stata ufficialmente invitata a far parte della Commissione per l'Educazione alla Legalità della Consulta Diocesana di Pastorale Scolastica.

Per i messaggi di Dori Ghezzi, Elio Veltri e di Elisabetta Baldi Caponnetto e di "nonno Nino" e dell'europarlamentare (di Rivarolo) Marta Vincenzi clicca qui


- clicca sulla foto per ingrandirla -






Fondazione Caponnetto
Libera contro le mafie
Libera Terra
Narcomafie
Gruppo Abele
Addiopizzo
Riferimenti
Rete del Bottone
Fondazione Falcone
ANM
Emmedi
Movimento x la Giustizia
Cuntrastamu
Antimafiaduemila
Associazione Antiracket
Peppino Impastato
Democrazia e Legalità
Centro Impastato
Centomovimenti
 MicroMega
Giustizia e Libertà
Sconfiggiamo la mafia
No Tav
Coord. No Tav Genova
SocialPress
Piero Ricca
Marco Travaglio
Beppe Grillo
Daniele Luttazzi
Sabina Guzzanti
Dario Fo
Franca Rame
Michele Santoro
MegaChip
Arcoiris
Report
AnnoZero
BluNotte
Uomini Liberi - Savona
GilBotulino - Calabria